Primary Links:

Notizie dai circoli UCCA

Redazione

Francesco Rosi parla di cinema a Ponticelli

Ponticelli incontra il regista Francesco Rosi. È avvenuto al cinema Pierrot dove è stato proiettato il film di Rosi La tregua, parte della manifestazione Primo Levi: il lager, la provetta, la fabbrica, nell'ambito di un'iniziativa promossa dalla Biblioteca universitaria di Napoli e dall’associazione Arci Movie. L'incontro con Rosi era l'ultima tappa di una serie di attività culturali su Primo Levi, organizzate nel quartiere da Antonella Di Nocera di Arci Movie, che da anni svolge attività culturale a Ponticelli.

Dopo la proiezione, il pubblico ha potuto ascoltare Rosi parlare della storia del cinema italiano, in particolare del neorealismo, di capolavori come Ladri di biciclette di De Sica, ormai sconosciuti ai giovani, e dei suoi film - Le mani sulla città, Lucky Luciano, La tregua - che fanno parte della storia del cinema italiano.

«Il mio cinema - ha detto Rosi - ha cercato di rendere la realtà e di misurarsi con la realtà», deve raccontare la vita delle persone e il contesto in cui vivono. Questo approccio all'arte di fare film è stato anche un invito da parte di Rosi a fare cinema occupandosi della situazione odierna a Napoli, come aveva fatto lui in Mani sulla città, il racconto della speculazione edilizia che ha travolto Napoli nel dopoguerra. Rosi ha concluso rammaricandosi della perdita della cultura di solidarietà così evidente oggi.