Primary Links:

Notizie dai circoli UCCA

Redazione

FERRHOTEL

Regia: 
Mariangela Barbanente
Sceneggiatura: 
Sergio Gravili, Mariangela Barbanente
Montaggio: 
Desideria Rayner
Produzione: 
GA&A Productions
Paese: 
Italia
Anno: 
2011
Durata: 
73'
Formato disponibile: 
DVD
Premi e Festival: 
Premio UCCA VENTI CITTA’ 2011
Sinossi: 
Bari, a due passi dalla stazione centrale. Un piccolo albergo dismesso, un via vai ininterrotto di persone che entrano ed escono. Sono ragazzi e ragazze somale, la maggior parte non ha ancora trent’anni. In tasca un permesso di soggiorno e nel loro paese una guerra che sembra non finire mai.
Non sono clandestini. Hanno occupato un piccolo spazio in città, per cavarsela da soli.

Ferrhotel è la storia di alcuni tra loro. Le ambizioni, i desideri, le nostalgie. Nulla di eccezionale da raccontare: il tempo delle notizie straordinarie è già passato. Il film narra del darsi da fare, del limbo dell'attesa, degli incontri. Di un gruppo di esseri umani che cerca di riscattarsi da una condizione di indigenza per ritrovare la dignità della propria autonomia.

Dichiarazione degli autori
Quello che ci interessava raccontare era cosa succede nella vita di un rifugiato dopo l’emergenza. Dopo gli sbarchi, i centri d’accoglienza, la conquista del permesso di soggiorno. Quella zona grigia che precede un’integrazione possibile (e spesso disattesa). Non lo scontro con la società che li ospita, ma come vivono e si raccontano queste difficoltà. Raccontare il quotidiano, il tentativo di vivere una vita normale.

Questo piccolo albergo, microcosmo di destini incrociati, si è rivelato il punto d’osservazione migliore, perché la normalità comincia avendo una casa, un rifugio, un luogo in cui sedersi e riprendere fiato.
 

Locandina: 
manifesto ferrhotel.jpg