Primary Links:

Notizie dai circoli UCCA

Redazione

Chi siamo

L’Unione Circoli Cinematografici ARCI, è un’associazione nazionale di promozione della cultura cinematografica, costituita dal 1967, per volontà di alcuni Circoli del cinema che già in seno all’Arci, la più grande e diffusa associazione culturale italiana, svolgevano un’intensa attività di diffusione della cultura cinematografica.

E’ riconosciuta dal Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali per le sue finalità di promozione sociale.

Scopo dell’UCCA – recita lo Statuto – è contribuire alla diffusione della cultura cinematografica, all’incremento della partecipazione e allo sviluppo della democrazia. Infatti, da sempre l’UCCA è impegnata in una battaglia per un cinema di qualità, per un cinema più europeo, aperto al mondo in connessione continua e diretta con il reale, più “contaminato”, libero da stereotipi.

Attualmente la rete UCCA è costituita da 330 circoli, presenti in tutte le regioni, con un importante circuito di sale e arene cinematografiche estive.

L’attività dell’associazione si estende in tutti gli aspetti della promozione della cultura cinematografica.

Preminente quindi l’opera di diffusione del cinema del reale con la rassegna itinerante “L’Italia che non si vede”;con la promozione del cinema documentario italiano che ogni anno assegna il “Premio Ucca Venticittàal migliorfilm documentario, - premiato da una giuria Ucca- curandone la proiezione in almeno 20 città, per assicurare al film premiato, quella diffusione che il circuito commerciale gli nega.

Con la complessa iniziativa audiovisiva “Le ragioni della laicità”, sulle tematiche relative ai condizionamenti ideologici, morali e religiosi nei confronti della libertà di decisione degli individui; con le tante rassegne su “Il cinema contro il razzismo”, “il cinema per l’educazione interculturale”, ”Schegge d’Africa”.

 Particolare rilievo ha il concorso audiovisivo “Obiettivi sul lavoro” dedicato ai giovani filmmaker sul lavoro precario, sul lavoro che non c’è, e anche in questo caso, con la diffusione dei film in tante strutture UCCA, ARCI e sindacali.

Con il concorso a livello europeo di critica cinematografica on line Young and Innocent (Giovane e Innocente) riservato ai giovani critici sotto i trenta anni.

Iniziative importanti sono inoltre quelle rivolte alla formazione dei giovani dirigenti dei circoli e alla promozione della cultura cinematografica a partire dalla scuola.

Con il progetto Archivio/Memoria l’UCCA è impegnata nella raccolta e nella conservazione della produzione audiovisiva realizzata dall’ARCI e dall’UCCA in tanti anni della loro lunga attività.

L’UCCA è anche attiva nella promozione del cinema italiano all’estero,con l’organizzazione di rassegne come quella dedicata al “Giovane cinema italiano” e quelle su personalità di rilievo e rappresentative di autori come Giuseppe Tornatore, Paolo Virzì, Mario Monicelli, a Cuba, all’Avana, per una intera settimana.
 
L’UCCA aderisce all’AICA (Associazione per Iniziative Cinematografiche e Audiovisive), con cui tra l’altro, conduce una battaglia perché l’associazionismo cinematografico sia sostenuto adeguatamente con risorse e canali stabili di finanziamento premiando la capacità di coinvolgere la partecipazione e il volontariato dei cittadini e di costruire un nuovo pubblico.
 
FARE CULTURA,COSTRUIRE SENSO:
IL RUOLO DEI NUOVI CIRCOLI DEL CINEMA

12° CONGRESSO NAZIONALE UCCA
Roma – Casa del Cinema 26/27 febbraio 2010